Il Diritto di Stare Male

Seavessi, un po’ ammaccata e depressa causa chiusura di trimestre, è viva e lotta con voi, e nonostante abbia appena scoperto di essere una specie di nullafacente che è rimasta fedele al proposito di parlare solo della sua cucciola (che solo a scrivere cucciola le sono venuti i bubboni sul naso), ha deciso di rallegrare la vostra giornata con un bel diritto delle mamme, che fra l’altro le è stato suggerito ma non ricorda da chi (suggeritrice? Se leggi batti un colpo che ti linko!).

Oggi andiamo a parlare del

Diritto di Stare Male



Tutti hanno diritto di stare male ogni tanto, di beccarsi l’influenza il mal di testa la sciatica la faringite il ginocchio della lavandaia.

Però le mamme, pare, un po’ meno degli altri. Fin dall’inizio.

Seavessi, che normalmente gode anche di una notevole atarassia – che maschera da pazienza per apparire più simpatica- purtuttavia comincia a emettere fumo dalle orecchie di fronte a certe espressioni.

Una di queste è _la gravidanza non è mica una malattia!!!

A parte che di solito a dirla è un uomo, solitamente un collega che l’ultima volta che ha avuto 36.9 di febbre è stato a casa una settimana a emettere gemiti sul divano e a sfrantumare le balle alla moglie, lasciando che la pila di lavoro crescesse indisturbata sulla scrivania onde poi crollare metaforicamente addosso al resto dell’ufficio.

Ora, la gravidanza è uno stato fisiologico e la rava e la fava. Ok.

Però è uno stato fisiologico in cui alcune fortunate sbocciano come fiori e risplendono di pelle eburnea, capelli con modalità auto-messa-in-piega e sguardo radioso.

Alcune. Le altre passano i primi mesi verdi come felci per la nausea, poi per fortuna passa e rimangono solo la schiena dolorante, le caviglie gonfie, i capelli stopposi, il bruciore di stomaco e l’umore oscillante fra il Puccipucci e la Ienaincazzata, nell’arco di 6 minuti circa.

Per favore, passiamo un minuto in raccoglimento e immaginiamo un uomo nelle stesse condizioni. Devo dire altro?

Poi il pupo nasce, e di fronte alla meraviglia del parto e dell allattamento vuoi mica che la mamma si lamenti di quei 32 punti interni che può sedersi solo con la ciambella, o delle ragadi o della cicatrice del cesareo? 
Sussù, rammollite, le mamme perbene non si lamentano di queste cose. Parto e allattamento sono come li descrivono le mai abbastanza vituperate riviste Faiunfigliotechepoilofaccioanchio, momenti magici in cui il peggio che vi può capitare è avere una camicia da notte non intonata col pigiamino del pargolo.

Poi il pupo a Dio piacendo cresce.

E la mamma riacquista il diritto ad avere ogni tanto l’influenza? Ma giammai.

Se lavora non può assentarsi perchè _eeeeh ma sei già stata a casa tanto (sottinteso a riposarti e cazzeggiare che neanche in una SPA) quando tuo figlio ha avuto quei 15 giorni di fila di influenza intestinale… vuoi stare a casa ANCORA???

Se non lavora deve comunque fare la spesa rassettare casa telefonare alla suocera preparare la cena prendere il piccolo al nido portarlo a nuoto cucire il costume per il maledetto Ballo dei Bambini, che _già sei sempre a casa (sottinteso a riposarti e cazzeggiare che neanche in una SPA) ora pure con la scusa che stai male stai sul divano tutto il giorno?
E qui ragazze, Seavessi per una volta è convinta che sia COLPA NOSTRA. Basta fare quelle che _a me non m’ammazza niente, quelle che _cosa vuoi che sia è solo un po’ di febbre e avete 39 e 9 e vedete gli ABBA che cantano Fernando in soggiorno.

Siamo esseri umani. A volte ci tocca una fermata ai box. Se non per prime non ce la prendiamo, come possiamo pensare che siano gli altri a dirci _no guarda, vai a casa e stenditi perché sei uno straccio? Gli altri giustamente ritengono che noi siamo in grado di autoregolarci.

E’ proprio ora che impariamo a farlo.
Annunci

24 commenti

Archiviato in diritti delle mamme

24 risposte a “Il Diritto di Stare Male

  1. tra quelle come noi e quelle che 'ma io non ce la faccio mica a portare due litri di latte con l'ascensore amoooore???? me lo compri tu per favore????'

    preferisco la nostra idiozia 😉

  2. ma sai Conti che per me queste gravide stracciamaroni son creature mitologiche? Non credo di averne mai conosciuta una dal vivo… certo, una sana via di mezzo è sempre la cosa migliore 😉

  3. io un paio ne ho conosciute e non erano nemmeno più gravide.
    e non avevano un c..o da fare tutto il giorno ma la baby sitter era fissa 4 ore perchè poverine con i bimbi si stressavano troppo arghhh

  4. e vogliamo parlare del mal di testa post cesareo causa spinale?!? Una cosa che non riuscivo neanche ad alzare il collo, e il maritino che dice: “eh, ma c'é Bimba che sono già 3 giorni che sta dai miei!!!”

    cose che é meglio dimenticare …

  5. Tutto verissimo, ma se siamo così, credo sia colpa del gene CandyCandy che abbiamo noi donne-mamme, sempre predominabte su quello Oggimiprendounapausa

  6. E quanto c'hai ragione…ma se io invece degli abba vedo brad pitt che mi massaggia…posso tenermi la febbre per un anno?! plizzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
    Comunque le malattie non esistono per le mamme…e in effetti è colpa nostra pure mio marito me lo dice sempre…ma se tu con 39,9 di febbre fai comunque le faccende di casa io come faccio a sapere che non ce la fai…e lui ocn 36,8 rimanda tutti gli appuntamenti di lavoro “perchè io c'ho mal di testa e il naso mi ha goggilato per ben 2 volte oggi”!!!! Basta da oggi alla prosisma febbre mi metto a letto…e adesso fammi andare nuda e bagnata fuori dal balcone a stendere i panni!!!!

  7. seavessi, le mamme stracciamaroni esistono, eccome se esistono… e di solito hanno mariti lobotomizzati che eseguono. Punto.
    Ah, non è il nostro caso, mi par di intuire…
    Mi ha fatto riflettere il tuo post, e di brutto. grazie!!

  8. In generale per noi donne ammalarsi è un lusso. Ci sono pur sempre le eccezioni, ovvero donne venerate come dee che hanno al fianco mariti disposti a scalare una montagna per loro…a chi tutto e a chi niente!

  9. p.s. le gravide spaccamaroni esistono e io ne ho le prove!!!!

  10. @tutte ragazze scusate se non sto rispondendo ho una grossa rogna di lavoro scoppiata in pausa pranzo. ma vi leggo eh? non sono sparita!

  11. SACROSANTO! E comunque io ti amo per come mi fai ridere :-DD!

  12. strappi sempre un sorriso, una risata, dicendo delle sacrosante verità…quanto hai ragione, se noi per prime non ci prendiamo qualcosa che si spetta di diritto non possiamo pretendere che il resto del mondo non ne ne approfitti…

  13. Anonymous

    eggià eggià troppe volte parla il senso di colpa che ci hanno inculcato le mamme e le nonne da piccole.

    gli uomini? basta addestrarli. 😉

    gi

  14. Condivido tutto. E infatti ho messo in pratica: dopo 6 settimane di nausea pomeridiana – eh già, sono originale – vomito, pressione bassa e denutrizione, come ben sai ho deciso di dire basta, sto a casa. Tanto, come ci siamo dette tante, troppe volte, ci danno per caso una medaglia?

  15. dico sempre quelle parole ..”ma io non hio neanche il diritto di stare male??”..papà di fretta “a te le influenze durano mesi, a me in mezza giornata passa tutto”..grazie..tu a 36.6 sei sotto le coperte con l'arma in mano (teelecomando)..io a 39 faccio una puntura di bentelan e vado a fare esami all'università…c'è una piccola differenza , no??

  16. Batto un colpo e sottoscrivo tutto 🙂

  17. Eccomi presente!!
    Ho un mal di gola porco, la testa che mi scoppia, il ciclo che mi sta stritolando le ovaie e … sono in UFFICIO!!

  18. Anonymous

    hai raccontato ironicamente una verità assoluta, la colpa è un po' nostra un po' del modello educativo con il quale siamo cresciute.

    io sono stata una superdonna e supermamma, una che non deve chiedere mai, ma mi sono accorta che non ci guadagnavo nulla, allora pian pianino ho iniziato a cambiare, a chiedere, a dire stop, non ce la faccio.

    soffro di mal di testa allucinanti e quando quelle 5-6 volte all'anno mi vengono non sento ragioni, non sento nessuno, non riesco e non voglio fare niente, mio marito lo sa e mi lascia riposare facendo tutto ed evitando che le piccole canaglie mi torturino anche solo con la loro voce.

    dobbiamo solo imparare a chiedere e credere che gli altri possano fare al posto nostro, tanto si sa che NOI donne siamo più forti, non dobbiamo dimostrare niente a nessuno

    noelya

    http://www.noelya.splinder.com

  19. sullepunte

    Il fatto di essere in maternità (e quindi pagata dall'azienda) mi ha spinta a dedicarmi in tutto e per tutto alla mia bambina. Che poi non è che mi abbiano dovuta proprio pregare… E' solo che ora mi ritrovo a dover fare tutto da sola: cambio pannolino, poppate al seno, bagnetto e nanne. E l'unica volta che ho chiesto al papi di darle la pappa (a svezzamento avviato) me la sono ritrovata ovunque. Ben mi sta…

  20. …nn ci conosciamo… sono capitata qui girellando di qua e di là… ho letto il tuo post emisono messa a rideree simultaneamente mi è venutoda piangere. Non dico altro… 😉
    baci baci…

  21. Non ti conosco ma già ti adoro…
    Giuro che mi sono sganasciata dalle risate…
    E' verissimo purtroppo, la colpa è nostra, siamo noi che abbiamo i deliri di onnipotenza, noi che pensiamo di dover sempre dimostrare qualcosa a qualcuno, noi che dobbiamo farcela no matter what…
    Ah, se prima di stramazzare al suolo per la fatica riuscissimo a dirci “Ho bisogno di una pausa e me la prendo. C..zo!”

    LadeaKalì

  22. Ragazze scusate tutte riesco a rispondere con un po' di calma solo adesso… quante belle facce nuove!!!

    Noelya, sullepunte, Francesca, ladeaKalì benvenute!!! Mi sa che stiamo tutte messe uguale, non ce la possiamo fare a dire no oggi sto male arrangiatevi tutti!

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...