Mia cugina, mia cugina

Oggi Seavessi si sente insolitamente leggera e scevra di pensieri molesti. Sì, ok, a parte un paio di urlacci a Gatto Abusivo che si è lanciato tipo kamikaze contro la zanzariera della porta finestra e l’ha fatta uscire dai binari, ed è stato minacciato di repentina trasformazione in coniglio con polenta.

Seavessi medita se nel budget mensile ci stia un salto in libreria (ma anche sì dai) perché vorrebbe comprarsi un altro Jeeves, e già questo per l’umore è un toccasana; in più questa estate ventosa e temporalesca è perfetta per Seavessi che più fa caldo più odia i suoi umani consimili.

Stamattina Seavessi ha ricevuto un messaggio su feis da CuginaGrande, che l’ha aggiunta a un gruppo.

Ce l’avete tutte no CuginaGrande? O se no è ZiaGiovane o VicinadiCasa, dicesi individua troppo grande per essere vostra amica e troppo giovane per essere un’adulta, a cui voi bambinette vi appiccicavate tipo cozze allo scoglio, sentendovi fiere e più alte di dieci centimetri per l’onore di cotanta compagnia, incuranti del fatto che CuginaGrande aveva 18 anni e voleva uscire col moroso e probabilmente non apprezzava così tanto la presenza di una ottenne entusiasta al seguito.

Seavessi non ha cugini veri, perché NonnoG e NonnaG sono figli unici; così nel mondo comodo e variegato dei cugini generici Seavessina bambina si è scelta, per elezione, CuginaGrande.

CuginaGrande andava allo stadio in curva, e Seavessina seduta in tribuna a fianco del papà sospirava e guardava quel meraviglioso ammasso di colore in movimento e pensava anche io un giorno.

CuginaGrande andava in giro con la vespa, d’estate faceva tardi la sera, metteva bellissime canotte luccichine – erano gli anni ’80 – che per Seavessi era il massimo dell’haute couture.

CuginaGrande un’estate, in preda a chissà quale folle impeto cuginesco, disse a Seavessina senti andiamo al mare una settimana io e te, e Seavessina pensò se muoio adesso muoio felice. Nota di cronaca, le due brillantone arrivarono all’autogrill di Varazze e si accorsero di avere lasciato a casa le chiavi di casa del mare, e bivaccarono all’autogrill fino all’arrivo di NonnoG in versione settimo cavalleggeri (con chiavi).



Di quella settimana Seavessi ricorda di aver mangiato solo focaccia e gelato, e di una sera che dalla radio uscì una canzone dalle seguenti immortali parole:

sotto le conchigliole vivono le sogliole
sotto le conchigliole cantano le vongole

mai più sentita e giustamente rimossa dall’inconscio musicale del mondo, ma che ancora adesso Seavessi e CuginaGrande se ne ricordano e ridono.

Oggi CuginaGrande è… grande, ha due figli adolescenti, un marito un lavoro una vita.

Ma va ancora in curva, quella curva meravigliosa che canta e si agita ed è tutta colorata.

E ancora è la sola che segua Seavessi nei suoi deliri nostalgico-calcistici, sapendo che Seavessi parla del tal centravanti, ma in realtà pensa a certe mattine di maggio, in uno stadio che oggi è una rovina ma era magnifico, mentre gli adulti preparavano la grigliata e CuginaGrande e Seavessi sgusciavano, sole nell’universo, dentro il campo, si sedevano vicine sulle panchette di legno che erano già lì 50 anni prima che loro nascessero, e guardavano l’erba verde e il cielo chiaro e ascoltavano il silenzio pieno di voci.

Ce l’avete anche voi CuginaGrande, vero?
Annunci

8 commenti

Archiviato in famiglia, myself

8 risposte a “Mia cugina, mia cugina

  1. Anagraficamente e legalmente io sono la cugina grande e come ho spesso scritto nei miei post ho una marea di cugini, ma tanti tanti.
    Te ne servono un paio?
    Però nella mia tribù abbondo anche di ziegiovani, anche se chi sento più vicino a me e in assoluto ziogiovanemuger, 10 anni di differenza giusti giusti.
    Tutte le mie prime volte (quasi)le ho passate con lui : prima partita, prime uscite, prime corse in moto, prima musicassetta, …
    non so se lui era felice di sciropparsi una ragazzina, ma penso di si, visto che la sua futura moglie (ora moglie da più di 20 anni) me l'ha fatta conoscere un anno prima che al resto della famiglia.

  2. Owl

    Si anch'io ho una CuginaGrande… mi ricordo che quando eravamo giù in vacanza a brindisi le correvo al collo quando tornava dal lavoro.
    Anche lei adesso ha 2 figli ed è già nonna anche se ha solo 15 più di me.
    Ma la sento e, per quanto ci permetta la distanza, la vedo anche, sempre con i luccichini intorno proprio come da bambina.

    Grazie, bel post!

    p.s. anche Izio fa uscire la zanzariera dalle guide…. un nervoso che non ti dico!

  3. Estate ventosa e temporalesca???
    Non so se invidiarti o compiangerti. Qui da noi un caldo e un'afa senza via di scampo!
    No, niente cugina grande per me… 😦
    Oddio, di cugini grandi e anche assai più grandi ne ho uno stuolo, ma nessuno con questo rapporto che hai avuto tu con la tua. Anche con mia sorella (6 anni di differenza) il rapporto si è allacciato solo da me adolescente in poi. E' che a me da piccola piaceva troppo fare la piccola. ci sarei pure rimasta, a fare la piccola, se ma l'avessero permesso!

  4. io pure sono la cugina grande…e sono quella che porta i cugini piccoli a mare l'estate senza papà emamma e li fa stare in mare quanto vogliono e poi gli da il gelato e dice no no, non hanno mangiato nulla di vietato prima di pranzo…e poi fa l'occhiolino, o quella che se li porta tutti a passeggio e si butta per terra con loro a giocare, ma calcola che la mia cugina più piccola ha 8 anni mentre io 30 e rotti….quindi….

  5. @Mrs grazie, ogni tanto mi faccio prestare i cugini altrui 🙂 mi piacciono da morire sai queste descrizioni di famiglie grandi!

    @Owl eh, vedi che gatto Abusivo non è nemmeno il mio? Uffa!!!!

    @suster no no, io sono felice di vento e temporali, vedere i nuvoloni neri e sentire l'aria elettrica mi mette proprio allegria -sì, sono fuori come il basilico, lo so.

    @SM bella tu 🙂 evviva le cugine grandi!!!

  6. la mia è ZiaGiovane…11 anni da mia madre solo 6 da me…purtroppo io ero la classica “palla la piede” per codella zia…per fortuna avevo GenitoriAssenti..e quindi godevo di una libertà scandalosa per la mia età…che condividevo con AmiciSuonati..i migliori anni della mia esistenza pre-mamma ;))))))
    Cara Seavvy hai la capacità di suscitare in me dolci e allo stesso tempo amari ricordi.grazie

  7. oh yes…certo che ce l'ho, anzi, ora che mi ci fai pensare e un po' che non la vedo…urge organizzare cenetta o simile…se volete aggregarvi???

  8. seavessi, sai che pensandoci… no, non ho una cugina grande, sono cresciuta lontano dai cugini “veri” e non ho avuto amici che potessero rimpiazzarli. beh, ma questo racconto ha il valore di averne avuto uno e pure prezioso, è splendido.
    resta scevra di pensieri e di pare, che sei + bella 🙂

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...