Una cosa per volta

Seavessi non è proprio fortissima coi calcoli; ciò nonostante, s’è svegliata stamattina ululando che il Natale è alle porte, che domenica urge fare albero presepe e montaggio lucine sbrillucciche, ché a Torino le Luci d’Autore le hanno accese dal tempo che berta filava e qui ancora stiamo qui a pettinare le bambole.

Al grido di armiamoci e partite, Seavessi ha quindi svegliato MaritoNP e fatto presente che qualcuno, possibilmente senza pancia, deve salire in mansarda e tirare giù quei ventisette o ventotto scatoloni che costituiscono  il sobrio corredo natalizio di Seavessi, e che eventuali obiezioni del tipo _ma io lavoro, oppure _sono le sei meno un quarto di mattina sarebbero state opportunamente prese a spernacchiate.

Parimenti NonnoG, che fra Misericordia, lavori del giardino e soccorso materiale a Seavessi è il pensionato più impegnato del mondo, è stato precettato per montare circa 3 chili di led sull’abete in giardino.

Cotanto abete è alto circa 1,50, ha i rami storti e scarsa autostima, e probabilmente collasserà sotto i led, ma a Seavessi va bene uguale.

Finché l’Infanta, voce della saggezza, ha proferito le immortali parole _mamma ma dopo Natale arriva la sorellina vero?

Argh.

Revoluciòn, sorry ‘bout that.

In fondo possiedi già la bellezza di due tutine (una blu con arcobaleno e una verde mela) e un body coi pusuàr-strumento-del-demonio. Ah e due paia di microcalzine.

Non sei proprio del tutto sprovvista.

Ehm.

Però fra un mese è Natale!!!
Annunci

8 commenti

Archiviato in Uncategorized

8 risposte a “Una cosa per volta

  1. ehm, ma non hai il corredo dell'Infanta da riciclare per Revouciòn?
    evviva il Natale!!! noi già da una settimana si ascoltan le canzoncine!!

  2. Anonymous

    debosciata

    gi

  3. @elena no, l'Infanta è nata a metà maggio, sigh…

    @gì, uì sé muà XD

  4. @Seavessi: ops non ci avevo pensato… in effetti pure la BambinaGrande è nata ad agosto e avevo dovuto rifornirmi di tutine manica corta perchè il corredo ereditato dalle cugine-già-mamme era più invernale!
    io farei una puntata da Kiabi, che trovi cose carinissime a poco prezzo (e non mi pagano per dirlo, ci tengo a precisarlo)

  5. Revoluciòn tranquilla che MIA MADRE sta già lavorando per te.
    Mia madre.
    Dabomamma.

  6. Il verde NO! Sta pessimo sui neonati!!!! (e te lo dice una che in quanto a corredini, se non ci pensavano mamma e zii vari e acquisiti, arrivava in ospedale con un ciuccio e un calzino!)

  7. Luci d'Artista.
    Quei cosi spencolantisi dai tetti delle case torinesi si chiamano luci d'Artista (ed io le odio) (non perché siano brutte quando sono accese, anzi; ma perché sono INGUARDABILI quando è giorno!).

    Ma…
    Io insisto.
    Posso contribuire anch'io al corredino per Revoluciòn, visto che la sua madre debosciata pensa solo ai balocchi e ai profumi per sè? *___*

    :-PPPP

  8. E insomma, Revoluciòn, ci sono delle priorità nella vita, eh!

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...