Babyswimming, deserves a quiet mum.


Seavessi, per quanto la cosa possa stupire i più, è sportiva più o meno quanto un divano con chaise longue, e nella sua carriera agonistica, fortunatamente (il mondo non era pronto per lei) limitata alle lezioni di educazione fisica, si è fatta notare solo per un paio di exploit:

1- Seavessi era in grado alle medie di fare la battuta a pallavolo e di mandare la palla dal lato opposto del campo. Nel senso che la palla partiva all’indietro e la prof rischiava la vita.

2- Seavessi riusciva a cadere dalla trave, con tutto che la trave era finta e costituita da una striscia di nastro adesivo per terra. Seavessi cadeva dal nastro.

Questo ha causato a Seavessi amare lacrime di disperazione alle medie, e una violenta antipatia per qualunque attività fisica più impegnativa del decoupage negli anni successivi.
Qualcuna fra chi legge, del resto, ricorderà che Seavessi è caduta dalla bici, facendosi anche male, nel mentre che faceva aquabike.

No way.

Per questo e altri motivi il resto del mondo ha sgranato gli occhi quando Seavessi ha preso l’Infanta di 5 mesi e ha dichiarato impavida _adesso andiamo in piscina.

E c’è andata.

Quasi tre anni a bollirsi in brode a 40 gradi, infestate di infanti natanti e mamme con la pressione sotto i piedi che si sforzavano di rendere interessanti le paperelle di gomma muffite presenti nella broda medesima a pargoli dall’aria perplessa. Seavessi ha tenuto botta, con una ammirevole perseveranza che solo i più malevoli ( o quelli che la conoscono molto molto bene) definirebbero tigna. Ma l’Infanta NON sarebbe MAI stata impedita come lei.

Then, just out of the blue,

l’Infanta ha passato i tre anni ed è stata promossa al corso per grandi dai 3 ai 5 anni, dove la mamma NON ENTRA in vasca.

Nel corso dei grandi, non si sguazza più a vanvera piazzandosi di fianco a una mammaamica per aggiornarsi su gravidanze separazioni e divorzi della Piccola Città.

Nel corso dei grandi, c’è MaestraE che ti piglia il sangue del tuo sangue e lo fa nuotare col tubo, senza tubo, e tuffati di qua, e tuffati di là, e tuffati senza tenere la manina, e vai sotto con la testa che facciamo le bolle.

Le mamme stanno nella tribunetta, con l’eccezione di Seavessi cheha ottenuto il permesso di stare sulla fantozziana panchetta a bordo vasca, per l’ottima ragione che se ci fosse bisogno ora che Seavessi rotola giù dalla tribunetta l’Infanta ha fatto in tempo a vincere tre olimpiadi.
Avete già provato a ficcare le unghie (con lo shellac appena fatto porcaescort) in una panchetta di legno, e insieme sorridere incoraggianti e ululare brava Infanta sei tutti noi?

E l’Infanta va e sguazza e si diverte un mondo.

E l’Infanta sabato dopo la lezione ha detto
_mamma la maestra ha detto che la prossima volta facciamo i tuffi nella piscina del grandi!!!

Chi è che diceva che lo sport fa bene al cuore?






PS mi rendo conto perfettamente che son problemoni, ma… stasera NonnoG ha l’esame per la certificazione da soccorritore 118 ed è agitato come una vipera. Se vi avanza un momento incrociate le dita anche voi?
Annunci

11 commenti

Archiviato in Uncategorized

11 risposte a “Babyswimming, deserves a quiet mum.

  1. Anonymous

    ma smettila!!!!! quella gnappetta è un pesciolino nato! durante la lezione fa l'uncinetto.

    gi

  2. Mi hai fatta piegare dal ridere!
    Io, pur essendo piuttosto sportiva ho un brutto rapporto con l'acqua quindi capisco benissimo lo stato d'animo con cui segui le nuotate della tua pesciolina!

  3. Se può consolarti anch'io alle medie non riuscivo a buttare la palla dall'altra parte del campo..e quando ho provato a prendere lezioni di tennis ho smesso perchè prendevo solo palline in faccia…pazienza, l'Infanta ti sta riscattando alla grande.
    Curiosità: cosa è lo shellac? una nuova tecnica di ricostruzione unghie?

  4. @gì. ehm. per panchetta a bordo vasca, intendo proprio bordovasca. Lei si tuffa e io mi bagno i pantaloni.

    @m ecco, pensa invece che io ho un rapporto fantastico con l'acqua,l'unico sport che mi piace fare è nuotare!!!

    @serena non proprio… è una specie di smalto speciale, dura ufficialmente due settimane ma a me anche 4 se sto attenta… e rimane sempre bello.

  5. Che coraggiosa l'infanta! I tuffi nella piscina dei grandi!
    Guarda hai fatto bene a perseverara, è importante che i bambini non abbiano paura dell'acqua…così potrà venire a salvarti lei!
    In bocca al lupo per NonnoG 🙂

  6. La marcia era la mia specialità, nel senso che ero sempre l'ultima degli ultimi, ma miracolosamente quando ci fecero provare la marcia (in tondo), scattai fra le prime. Solo che non c'ero abituata, e stetti tutto il tempo a pensare “Ooooohhhhh” in stile emo. Così una tipina appena sorpassata mi chiese “Che mi aspetti?”. E io, cogl**na, l'aspettai. E lei mi passò avanti. E non mi aspettò. E da quel momento fui ufficialmente una schiappa in tutte le specialità, nessuna esclusa.
    Quindi, Infanta, libera nos a malo, sei tutti noi!

    ps – Ho saputo da Aprovadibabbo, che fa il dentista, che lo shellac è la stessa cosa con cui si fanno otturazioni in composito sulle carie, solo che è colorato. Sapevilo.

  7. the pellons

    Ma che nOnno sprint avete che vuole diventare soccorritore?? Certo che incrociamo!!

  8. Anonymous

    e allora ricama la tela cerata.

    gi

  9. Le mamme che portano i figli in piscina secondo me sono creature degne della massima ammirazione: io ricordo ancora (quando andavo in piscina io) il caldo afoso e umido degli spogliatoi puzzolenti e sudaticci… brr, o meglio: bleah…
    Ti ammiro tanto :-S

    Comunque, tu cadevi dal nastro: io ti batto. Una volta sono finita al pronto soccorso perché sono caduta sul bidet. Mi sono inciampata nei miei piedi e ho violentissimamente battuto la testa contro il bidet.
    No, per dire. E' già comico.
    “Mia figlia si è procurata un trauma cranico…”.
    “Oddio, piccina: come ha fatto?!”.
    “Eh, sai: è andata a sbattere contro un bidet…”.

  10. E tu mettiti nella corsia di fianco a fare acquaticità per gestanti! Non si può? Coooosa? Trogloditi.
    Scherzi a parte, anch'io a gennaio mi lancio in questa avventura piscinesca con la Ballerina. Già mi vedo col la cuffia di silicone con le margheritone applicate….

  11. @brioscina, io me stessa non ho paura dell'acqua… ho paura dell'Infanta nella piscina grande XD

    @pellons ma grazie di cuore! è andata bene!!!

    @ gì in effetti è un'idea…

    @lucy oh cara 🙂 dovremmo fondare la confraternita delle scoordinate!

    @Liz vedrai, ti piacerà tantissimo, sia a te che a lei!!!

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...