5 (o più) ‘mbut… ehm. Cose.

Breve e approssimativo elenco delle magagne che Seavessi (donna che normalmente si fa due raffreddori l’anno, e li fa in ufficio imbottita di tachiflu) è riuscita a ramazzare dopo il parto, senza uscire da casa e con contatti rasenti lo zero col mondo esterno.

1. ustioni da cerotto post cesareo, nonostante le precauzioni prese. MaritoNP faceva le medicazioni e diventava di un grazioso verde prato, molto St. Patrick’s Day.

2. influenza con febbre a 39, mai più avuta dai tempi del liceo.

3. infezione al seno nasale sinistro, conseguente all’influenza di cui sopra. Se non conoscete, beate voi. Lato sinistro del viso completamente paralizzato e dolorantissimo, sorriso alla Hannibal Lecter “mi mostri le sue credenziali, Clarice”

4. deprescio da dosi massicce di antibiotico, conseguenza dello scontro titanico fra la pediatressa (“prenda l’augmentin SUBITO.”) e la farmacista (“NUUUUUUUUUUUUU l’Augmentin in allattamento NUUUUUUUUUUU SCIAGURAAAAAATAAAAAAAAA”). Seavessi comincia a ritenere che la medicina sia una scienza esatta più o meno come le predizioni del Divino Otelma.

5. Deprescio post parto, con susseguenti pianti per la qualunque. Deprescio guarita da NonnaG, che ha cominciato a minacciare Seavessi di propinarle la panada, temuto pasticcio di brodo e pane raffermo che pare faccia benissimo alle puerpere. Probabilmente le puerpere restano così scioccate che se proprio gli scappa ancora da piangere si nascondono in bagno.

Da tutto ciò consegue che probabilmente #3, aka El Nino, resterà nel mondo dei sogni, pena l’autodistruzione di sua madre.


In tutto ciò vi aspettereste che l’allattamento al seno sia ormai un ricordo sbiadito, visto l’entusiasmo e la motivazione con cui Seavessi ha affrontato il secondo tentativo. Seavessi pure lo pensava, ed era già abbondantemente attrezzata con biberon bocce di latte e compagnia cantante. Il cuore oltre l’ostacolo.

E invece no, nonostante i tentativi di sabotaggio del corpo e della psiche di Seavessi Revoluciòn ciuccia, cresce e si incicciotta.

Revoluciòn come bastian contrario promette benissimo.




PS Revoluciòn ringrazia tutte le blogamiche di cuore per il caloroso benvenuto 😉
Annunci

15 commenti

Archiviato in Uncategorized

15 risposte a “5 (o più) ‘mbut… ehm. Cose.

  1. Quindi sei proprio messa bene!
    Spero sia tutto già passato!!!!!
    Ma nonnaG ce lo mette l'uovo nella panada?
    Ebbrava Revolution (e la sua mamma che nonostante tutto!)

  2. ooooh, love! è tanto una gioia trovarti qui, da te! – surprise!

    molla 'sti dottori. datti alle cure di una volta. mezzo bicchiere di cognac o grappa ogni volta che hai una deprescio, uno starnuto, 'na caccola, un prurito al ginocchio destro, un piantino di revolution o altro – puoi aggiungere quello che vuoi all'elenco 😉
    è il rimedio della nonna di heidi, che infatti nessuno ha mai visto – lei si gode la vita in giro, altro che storie montagnine!!
    tantissimi baci.
    che bello risentirti ^_^

  3. Profonda solidarietà per i dolori derivanti dall'infiammazione del seno nasale sinistro, io ho in corso l'infiammazione al destro e soffro come una bestia…
    Ciò premesso, è bello ritrovarti, sapere che la piccola ciuccia a gogo, che nonostante tutto non cedi alla depressione e che ve la state cavando!
    Baci

  4. Evviva Revolucion che in barba al resto del mondo (seavessi compresa!) se la beve alla grande ;D!
    I secondi fanno “razza a parte” e anche Revolucion promette bene!
    Un abbraccio per Seavessi “deprescia”!

  5. esiste l'infezione al seno nasale monolaterale? ma senti…
    Ciao Seavessi 🙂 è bello rileggerti!

  6. Ops, mi sono persa il post di gennaio e scopro solo ora che è nata Revolucion!!! Evviva!! Benvenuta!! Cmq il fiocco sulla porta della materna (di cui parli nello scorso post) per la nascita dei fratellini/sorelline lo mettono anche in The City (alias Torino) … non solo nei paesi! 😉 Quello fatto da FiglioPig per la nascita della sorellina lo abbiamo poi anche appeso alla porta di casa perchè era troppo bello e tenero…
    A parte ciò, ti auguro di guarire presto…. E torna a scrivere, please: adoro leggerti!!!!! In bocca al lupo per la nuova vita a 4! ciao, MammaPig

  7. …sembra che tu te la stia cavando benissimo….che tempra! Massima ammirazione, sorella…

  8. Dunque arrivo, come al solito, in ritardo, per augurare anche io il benvenuto a revoluciòn. Perdonami. E' che proprio non ero reperibile in questi ultimi tempi. Non mi sarei trovata neppure io, mi fossi cercata…
    Ma parlavamo di te. Prenditene cura, mi raccomando (di te, intendo), ché sei troppo importante per sciuparti così!
    Tieni duro e ingolla brodaglia in caso, si sa mai ti faccia bene per davvero, ché i consigli delle nonne un fondo di verità ce l'hanno sempre.

  9. Dai che “il peggio” sembra già passato, poi presto ci sarà il sole e la primavera e vedrai che tutto sarà ( o almeno sembrerà) più semplice

  10. Chebellorisentirti!!! Guarda che non mi sono persa fra le risaie a riposo, verrò a trovarti, devo solo organizzarmi…o almeno far finta:)
    Senti piuttosto che la panada meglio il digiuno!!! Me la ricordo, la mangiava sempre mio nonno poverino, che con le puerpere aveva poco a che fare…

  11. La panada è uno dei piatti preferiti di mio padre, che se la prepara almeno tre volte a settimana….. non sapevo che avesse proprietà antidepressive, e ora capisco tante cose….. ma “panada” si dice uguale dalle tue parti e dalle mie, che sono al lato opposto della meridiana… più o meno…………
    Cuccia e s'inciccia…. bellissima!!!!

  12. E la sorellona che dice?
    🙂

  13. Anonymous

    niente… solo un bacino….

    gi

  14. Anonymous

    La deprescio per il secondo è stata devastante anche per me… anzi penso di averla avuto solo per il secondo… e anche per me guarita con schiaffoni virtuali di mia madre che si è presentata a casa mia prendendo in mano la situazione (che stava davvero degenerando, con me lacrimante e inebetita come se non fossi stata mamma bis, ma una puerpera di primo pelo).
    Piena solidarietà… non so se serve, ma dopo il primo mese le cose sono andate decisamente meglio
    (e oggi a nove mesi di distanza li vedo cominciare a giocare insieme e sento che in fondo me la sono cavata bene)
    rob

  15. Arrivo in ritardo e dopo un sacchissimo di tempo….benvenuta Revolucion cara!Alla mamma solo un baciottone grande grande.
    p.s. Il brodone della nonna promette bene….

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...