A prima vista (lato A)

Ah, le vacanze montanare. Nella Valle Piovosa, con al seguito un’idrovora di sei mesi e una quattrenne socievole. Dove volete mai svernare?
Sì, al parchetto. Per Seavessi, da sempre, luogo di ogni nequizia. Popolato da infanti genitori e nonni che sembrano il catalogo delle idiosincrasie di Seavessi.
Quest’anno, oggi in particolare, Seavessi ha deciso di guardarli con occhi diversi. No perché, detto fra noi e posto che Seavessi non si considera Principessa Furbizia, non può essere che tutti gli altri siano così strani.
C’è da dire che Seavessi è un po’ schiava delle prime impressioni. Tende ad averne di pessime, così poi ha la scusa per dire beh, s’è fatto tardi, mi scuoce lo stufato di bufalo, a bientot.
Quindi è dalle prime impressioni che bisogna partire per guardare gli altri, incluse le nonne rintronate del parchetto che si ostinano a vestire i nipoti come personaggi di DeAmicis, con occhio diverso.
Seavessi ha dunque deciso (obbligarsi a) di fare un elenco, a uso di se stessa innanzitutto, delle cose che le fanno provare simpatia a pelle per qualcuno. Se non altro, Seavessi raggiungerà lo scopo di chiarire che non sono gli altri che son strani, è lei.
quindi.
Dieci tipi di persona che fanno venire a Seavessi voglia di attaccare bottone.
1- le persone che si ostinano a leggere il quotidiano nonostante il vento forza 7.
2 – le persone over 30 che leggono i fumetti. Bonelli.
3- le mamme che fanno le bolle per i bambini, e in breve ne hanno intorno 15 altrui mentre i loro sono dispersi sugli scivoli.
4- le persone che chiedono come si chiama il tuo gatto.
5- le persone che sbattono nei pali della luce perchè ascoltavano l’aipod.
6- i genitori che sorridono con aria zen ai pargoli che si rotolano nella melma, e interpellati rispondono beh, per questo hanno inventato la lavatrice.
7- le persone che ascoltano i Queen. In genere sono quasi tutti disposti a farti passare un bel pomeriggio rievocando concerti avvenuti quando loro facevano le elementari.
8 – le persone coi capelli rossi.
9- le persone che cantano per strada, se ne accorgono, arrossiscono e si mettono a ridere.
10- quelli con la maglietta di Emergency. O di Libera. O macchiata di caffè.
E voi?
Si chiede, Seavessi, se incontrasse una blogamica, la riconoscerebbe dagli occhi?
(l’ultima frase è detta pensando con affetto a Marica, che cercava Seavessi fra il pubblico di QCNH sotto le sembianze di un gigantesco orso trudi).
PS se fate le brave settimana prossima facciamo l’elenco di quelli che ci stanno sulle palle a prima vista, per compensare quest’overdose di buonismo.
Annunci

19 commenti

Archiviato in Uncategorized

19 risposte a “A prima vista (lato A)

  1. caterina bernardi

    Che ridere!
    allora… io non leggo quotidiani perchè mi vengono le bolle, però leggo i fumetti e tra poco sarò over 30, vado di rado ai parchetti ma effettivamente quando capita mi ritrovo sempre con millemila bimbi alle calcagna tranne la mia che si scoccia e si ingelosisce,adoro sapere i nomi di tutti gli animali di chi frequento, di solito mi interessa di più il nome del gatto di quello del figlio. Sabatto sovente nei pali ma per altri motivi, lascio che mia figlia (e tutti i miei bimbi dell'estate) si insudicino a piacimento, purtroppo niente queen causa overdose adolescenziale, ho i capelli nerissimi aihmè, canto in continuazione soprattutto perchè sono abituata che dove vivo io non c'è mai nessuno e poi va a finire che lo faccio pure al super quando ci vado, ho lo straccetto di emergency attaccato allo zaino da 18 anni e la maglietta sporca (non di caffè però!).

  2. Uh.

    Sono in un Seavessi-pensiero.

    Emozione.

  3. Anche a me piace pensare che nella folla potrei imbattermi in una blogger conosciuta, che ovviamente non potrei mai riconoscere, nè dagli occhi nè da nient'altro.
    Scusa, ma le persone coi capelli rossi ti stanno simpatiche tutte, così per definizione? 😉

  4. Premettendo che sono estremamente curiosa di leggere il preannunciato “A prima vista (lato B)”… Bhe, direi che su qualcosina andremmo d'accordo! 7 su 10 (non ho i capelli rossi anche se tendono al rossiccio ma non vale uguale, non ascolto più i Queen – anche se mi piacciono molto e se sento una loro canzone la metto a palla sulla radio – e non ho magliette di libera o emergency)! Preciso che il canto per strada per me è soprattutto un monologo! Credo che tutti ormai pensino che io sia un pò pazza!

  5. Anonymous

    Sì. Mi riconosceresti.
    E anche io.

    Gi

  6. uh celo celo celo, ho giustappunto addosso la maglietta di emergency della Pimpa 🙂
    Piacere, Sfolli.
    Come si chiama il tuo gatto??

  7. Aspetto l'altro elenco…… poi ti dico…..

  8. mandorlina

    non sono a rigor di termini una blogamica, in effetti.. ma ci provo, a vedere se attaccheresti bottone con me 🙂
    del nome del gatto chiederei, senza dubbio. ascolto poco i Queen, sorry.. giusto qualcosa, per ora sono in fase da ascolto dei Beatles, in fase preparatoria al pellegrinaggio a Liverpool, visto il 50° anniversario.. e non ho i capelli rossi..
    non leggo fumetti Bonelli (al massimo qualche diabolik, ma per lo più le strisce di Calvin&Hobbes).
    non ho figli e quindi non li guarderei sguazzare nel fango, né farei le bolle per loro.
    le bolle le farei per me, le faccio sempre, per rimettermi di buonumore.. e niente magliette con scritte varie, le ho lasciate indietro ai tempi dell'università.. però potresti sentirmi canticchiare per strada, in casa, in ufficio, e sempre in ufficio ho il lenzuolo con Falcone e Borsellino. non so se mi riconosceresti, e spero di non rientrare nel Lato B dell'elenco, ma io riconoscerei te, lo so.

  9. Capelli rossi. Aneddoto.
    Alle medie nel banco davanti al mio c'era un ragazzo con i capelli rossissimi e le lentiggini rossissime…era sempre sporco e molto puzzolente…Gli vedevo i pidocchi nei capelli e mi faceva uno schifo incredibile…Ecco ora ti ho spiegato perchè io invece odio chi ha i capelli rossi!!!!!!è più forte di me..non posso farci nulla!

  10. Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  11. sì ma qui avete fatto tutte le fagnane… io volevo sapere VOI con chi attaccate bottone!
    Poi oh, è ovvio che si tratta appunto di prime impressioni. Non è che chiunque faccia una qualunque di queste cose sia mio amico per la vita, tutt'altro, è solo… persone che ci ispirano piuttosto che no. Poi io per prima prendo delle cantonate pazzesche, fa parte del gioco.
    @caterina, tu sei una delle persone che in ogni caso si riconoscono dagli occhi. Sempre.
    @apdm tu sei spesso nei miei pensieri, da quando sei andata dalla dabo a tagliarmi la giacca. C'ho na serie di tailleurs (va che colta) che farebbe la gioia della merkel.
    @robin no, anche no. Ma mi fanno simpatia. Associo all'Irlanda.
    @marix eh beh, volevo mettere dieci cose. Ovviamente l'undicesima era “chi parla da solo”.
    @sfolli. Il mio gatto ancora non c'è, è in via di trattativa che neanche lo scudo antisprèd. Vi dirò. E il tuo?
    @giliola e dai 🙂 fai anche il tuo elenco!!!
    @mandorlina io a te non ti riconoscerei, ti verrei a cercare proprio. Non è detto che un giorno non lo faccia, sei mica troppo lontana infine! Per il resto… io pure Calvin & Hobbes. Ho anche il poster in cucina (arrossisce). E di Wiz e BC che mi dici?
    @Biancaneverossa esatto, intendo proprio queste cose qui. Tipo _mi stanno antipatiche quelle che si chiamano Luisolda perchè una Luisolda m'ha ciulato il moroso alle medie.

    Irrazionalità, il sale della vita.

    elencate gente elencate, se no nisba lato B. Siam mica qui a metter le sciarpe ai colli di bottiglia.

  12. dico la verità: io sono piuttosto asociale e non mi viene mai l'istinto di attaccare bottone con qualcuno. ma con una prticolare categoria si. pernso che sia un interesse di tipo scientifico o antropologico… non lo so. sicuramente mi incuriosiscono da matti queste persone.

    chi?? ah si. quelle mamme che al parchetto sono sempre PERFETTE: perfettamente pettinate, perfettamente vestite, perfettamente truccate, col tacco a spillo anche nel fango, con la coda di cavallo che sembra legata cosi a caso e invece non esce un capello dall'elastico.

    io mi domando e dico : ma come cavolo fate???? no ma veramente. io sono troppo curiosa.

  13. allora, simpatici a prima (s)vista:
    1. quelli che frugano nella borsa mentre camminano sul marciapiede, e poi sbattono contro il palo della luce
    2. quelli che mangiano il gelato di mattina
    3. quelli che fanno colazione col maritozzo alla panna (burp…)
    4. quelli che entrano dal dentista e pretendono di sapere cosa stai per fare loro (deviazione professionale)
    5. chiunque parli inglese fluentemente
    6. chiunque abbia una gatto o un cane, soprattutto un cane. I pappagallini in gabbia NO.
    7. Le madri che le vedi lontano un miglio stanno maledicendo il giorno che han partorito mentre cercano di tirar via il pargolo da un qualunque posto che fan tardi al lavoro/spesa/casa/etc.
    8. può bastare, anche troppi: di solito non mi sta simpatico nessuno neanche alla 10ma vista. Sto facendo esercizio. Seavessi-terapia.

    PS – comunque ti ho cucito un vestito bellissimo, neh.

  14. Come già altre hanno detto, io sono una tipa molto asociale e non attacco mai, e dico MAI, bottone con uno sconosciuto. Però ci sono categorie di persone che guardo di lontano con una certa simpatia… ed esse sono:

    1) le ragazze che portano al collo la catenina col Crocifisso. Molte lo fanno per moda, lo so; ma me le fa sentir comunque vicine;
    2) le persone che vanno in giro con lo zainetto o con la divisa che era stata data in dotazione ai volontari di Torino 2006, per le olimpiadi. Se ne vedono parecchi a Torino, ma ne ho visti anche a Pavia. E mi ricordano i mesi del caos olimpionico sotto casa;
    3) le suore, e i preti in abito talare;
    4) le mamme che tengono per mano dei bambini che indossano la tuta/divisa della mia ex-scuola;
    5) le persone che leggono un libro per strada o sui mezzi pubblici, se riconosco la copertina ed è un libro che mi piace;
    6) le ragazze della mia età che si vestono con uno stile simile al mio, perché evidentemente la cosa mi ispira un senso di appartenenza, “sei come me”;
    7) le signore anziane che si vestono con quegli abitini a grembiulino abbottonati sul davanti che indossava sempre mia nonna; perché mi ricordano mia nonna.

    Uhm.
    Direi che questo può bastare: però, ho una vasta categoria di persone che mi ispira antipatia a prima vista, se ti interessa u__u

  15. Chi mi sta simpatico a prima vista?
    – chi è nel suo angolino rapito da un libro
    – chi evidentemente vorrebbe “attaccar bottone” ma non ne ha il coraggio
    – chi è in compagnia di un cane educato
    – chi fa sport con fatica anche se si vede benissimo che è pigro e vorrebbe fare tutt'altro
    – chi mi sorride quando incrociamo gli sguardi (e non sto pensando a uomini belli dai 30 in su ;))
    – chi non si disturba a coprirsi anche se vengono due gocce di pioggia (soprattutto se sono donne)
    – chi si gusta un dolce con rapimento
    – chi guarda il computer o il cellulare e sorride da solo
    Non mi viene in mente altro, ma ho un elenco lunghissimo di atteggiamenti che mi ispirano immediatamente antipatia ^^'

  16. ah okkei okkei allora, mi fanno venire voglia di attaccare bottone
    – le persone che prima di tocchignare G chiedono il permesso
    – le persone che mi guardano con complicita' e chiedono 'fa la brava, la rospetta?'
    – le persone dal veterinario, tutte, perche dal veterinario si e' tutti piu' amichevoli
    – i veterinari, perche' non solo fanno un mestiere fondamentale, ma tendono ad essere pure tutti figoni (nella mia piccola esperienza)
    – le persone a cui a un certo punto suona il cellulare o viene incontro una persona e zac, ti cambiano lingua cosi, come se niente fosse, e senza che per questo se la tirino

    Attendo con ansia il lato B!

  17. Eccomi!
    1. chi non in spiaggia non si ingioiella come la Madonna di Oropa, ma al massimo mette un orologio subacqueo
    2. chi in spiaggia legge libri che ho già letto e mi sono piaciuti
    3. chi in spiaggia legge un quotidiano e non TuttoSport
    3. chi porta a spasso un cane grosso
    4. chi non si atteggia sculettando vistosamente
    5. chi sorride quando incrocia il mio sguardo
    6. chi dice “scusi” e chi dice “grazie”
    7. chi ha un bel cappello, sia estivo che invernale
    8. chi, in generale, indossa qualcosa di mio gusto
    9. chi non mi chiede se mia figlia è un maschietto
    10. chi dice subito “che bellA bambinA”.
    Ammazza che profilo da spaccaballe vien fuori dal mio elenco!!!!

  18. caterina bernardi

    Difficile che uno mi stia simatico così, subito, mi è più facile elencare le cose che mi fanno dire “no” a priori, ma mi sforzerò…
    Mi sta simpatico chi:
    – sorride notando piccole cose (animali, luci, piante)
    – aiuta chi ne ha bisogna senza che questi gliel'abbia chiesto (tipo una signora che una volta che la mia bimba si era spetasciata per terra di naso in mezzo alla strada e perdea litri di sangue, si era fermata e mi aveva dato un kilo di fazzolettini che a me ovviamente mancavano)
    – chi cerca di capire in quale bidone buttare un rifiuto in base alla differenziazione di quella città
    – chi cammina guardando il cielo.
    – chi annusa l'aria
    – chi si presenta dando la mano con vigore e non bacini o mani mosce (bleah)
    – chi si rivolge ai bambini con rispetto, senza vezzeggiativi e commenti sull'aspetto fisico, stretta di mano e presentazioni come gli adulti.
    Col lato b vi inonderò!!!

  19. caterina bernardi

    ah dimenticavo, assolutissumamente i genitori che sgignazzano scompostamente coi figli!

Un penny per i tuoi pensieri!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...