Archivi categoria: amichette

Le mani delle principesse

Quando Seavessi ha scoperto di essere stata selezionata per la recensione dei prodotti Crayola ha fatto i salti di gioia.

Perchè non so a casa vostra, ma a casa di Seavessi si consumano più pennarelli che grissini. Ne compri una scatola da 24, belli schierati pronti a partire per le mille strade della fantasia, e tempo una settimana sono avanzati solo il grigiodepresso e il marronetristezza, e il marrone è senza tappo.

Come ben sanno tutte le mamme di piccoli artisti, non si sa dove essi pennarelli vadano a finire, non hanno neanche la scusa che “finiscono nella guarnizione della lavatrice” come i calzini, e l’unico modo di farli ricomparire è camminare con passo felpato al buio nel corridoio. Immancabilmente calpesterete il verdesogniperduti e vi schianterete sull’applique in vetro di murano per poi morbidamente atterrare sul vostro lato B.

Quando però è arrivato il pacco  Seavessi ha avuto una sorpresa: dentro  non c’erano solo pennarelli, ma… cosa c’era?

Seavessi, nota sfruttatrice di minori, per testare i prodotti ha approfittato di un pomeriggio in cui a casa c’era l’Amichetta. L’Amichetta è la versione coi capelli corti dell’Infanta, quindi come avere in casa due principesse nordiche distaccate ma benevole verso questo mondo imperfetto.

Se voi proponete alle due piccole Elsa la scelta fra il gioco Charms Mania, la cui confezione rosa e viola promette la creazione di gioielli personalizzati, e il gioco Color Spray, per piccoli futuri writer, cosa mai andranno a scegliere le due mini nobildonne?

Esatto, il Color Spray.

Che è uno dei giochi più divertenti che abbiamo fatto in casa. Si compone di un piccolo compressore manuale, collegato a una “pistola” che può essere caricata o con i colori in dotazione (fatelo voi la prima volta, bisogna premere un po’) o con altri pennarelli Crayola indicati nella confezione.

Come si gioca?

IMG_1422[1]

 

ci si procurano un paio di bambine e una sorellina disturbatrice. Si affida loro la scatola e ci si gira per 38 secondi, tempo sufficiente perché il trio demolisca la confezione e sparpagli in giro il contenuto.

IMG_1425[1]

 

si attende con pazienza che smettano di litigare per chi deve usare il compressore.

IMG_1430[1]

si incricca bene un pennarello nella pistola, si prende una delle mascherine, e PFFFFF

IMG_1446[1]

poi si affidano a MaritoNP i lavori di alto concetto, dai papà con quel compressore, su su!!!!

IMG_1435[1]

e si colora!!!!!  (si colora anche Seavessi. Per fortuna i colori sono super super lavabili, e abbiamo restituito l’Amichetta alla sua famiglia in condizioni ottimali).

Le piccole principesse hanno mostrato una certa predilezione per le mascherine con razzi e pianeti

IMG_1454[1]

e hanno prodotto capolavori!!!

IMG_1450[1]

 

Insomma, gioco promosso a pieni voti, davvero un bel pomeriggio passato tutti insieme e si è divertita anche la sorellina – si è divertita più a colorare i presenti che i fogli, ma ci è piaciuto davvero tanto!!!!

Abbiamo provato anche il gioco Charms Mania, che però necessita di più concentrazione, e forse è più adatto a un pomeriggio tranquillo con un po’ di tempo da dedicare all’attività.

IMG_1464[1]

 

 

le due principesse si sono impegnate con le istruzioni e i materiali, e dopo qualche tentativo…

IMG_1466[1]Guarda mamma sono riuscita!!

IMG_1467[1]Poi abbiamo decorato, spellennato, glitterato…

IMG_1472[1]

 

Le bambine si sono divertite, forse in modo più controllato rispetto al Color Spray che è veramente stato un successone… Seavessi le ha viste impegnate e coinvolte, e ha cercaro di chiedere opinioni sul gioco ma è stata zittita a suon di mammaaaa lasciaci finire!!!!

Del resto avevano in progetto di mettere i bracciali per andare a scuola, e i cuori oltre l’ostacolo!

 

 

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in amichette, crayola, giocattoli, recensioni

Un bellissimo colore

Piscina del Paesucolo, esterno pomeriggio.

Seavessi si sente un genio. Ha appena inventato l’acqua calda e pure quella fredda e quella con dentro le pallette di lush. Seavessi raramente nella vita si è sentita altrettanto compresa del proprio acume, forse giusto dieci minuti dopo la laurea ma era troppo stanca e affamata per ricordarselo.

Seavessi ha realizzato che esiste una valida alternativa al morire di caldo in 10 cm d’acqua della piscina dei piccoli seduta vicino a Revoluciòn. Seavessi ha realizzato che, se si muove agile e subdola come una faina, può smollare in braccio a una decenne volenterosa Revoluciòn per i dieci secondi necessari a entrare, kamikaze style, nella piscina dei grandi, e da lì ripigliarsi in braccio la piccola e potersi quasi-godere un mezzo bagno pure lei.

Seavessi è una donna realizzata, a mollo come un asparago nell’asparagiera con la sua pupotta in braccio, con l’attività cerebrale che più che essere piatta va dolcemente in discesa.

ma il destino è in agguato.

Nella forma di S, l’amichetta indiana dell’Infanta.

Che si avvicina e si mette a fare i versetti a Revoluciòn.

la quale ricambia.

A un certo punto arriva un’altra amichetta, altrettanto fa versetti, ma Revoluciòn la schifa platealmente continuando a spernacchiare amichevole verso S.

A quel punto, S sorride e dice _secondo me le piace il mio colore!!!

Seavessi va in panico.

Dico sì certo e do a S l’impressione di essere una specie di curiosità locale?

Dico ma noooo, e do a S l’impressione che il suo colore non mi piaccia passando per razzista di merda?

Dico d’altra parte è così, facendo la figura della cretina che sono, qui piantata in mezzo a una piscina con una bambina che spernacchia e un’altra che mi pone quesiti etico sociali in un momento in cui non saprei neanche unire i puntini?

Non si era accorta, Seavessi, di avere dietro l’Infanta.

che salta in mezzo e fa _è vero S, hai un colore bellissimo, andiamo a fare i tuffi?

Escono di scena.

 

Sipario.

19 commenti

Archiviato in amichette, educazione, Infanta