Archivi categoria: recensione

Recensisco? Ebbene sì, recensisco: passeggino Inglesina Avio

Amicagioia(che non vuole ammettere di essere tale) _…guarda che però dovresti introdurre la cosa, in qualche modo.

Seavessi  _sì, lo penso anche io…

Amicagioia _no perchè poi vengon fuori a dirti che sei commerciale eccetera.. che tanto poi lo dicono lo stesso…

Seavessi _appunto… e poi oh, il blog è mio e me lo gestisco io! Independence Day!Mettete dei fiori nei vostri cannoni! Abbasso la panna nella bagna cauda! (retropensiero: tanto il troll pissicologo già ce l’ho, mal che vada me la scriverà ‘na confezione di prozac no?)

Quindi, introduciamo, che mica stiamo qui a vuotare il mar ligure col secchiello. 
Questa è una recensione, direi che è un post sponsorizzato ma non sono sicura che sia giusto, e se passa di qui Aprovadimamma e mi dice come correggere io son contentona.

Com’è come non è, Seavessi è  stata contattata da un’agenzia di marketing (Dabo si dice così?) che le ha chiesto se era disposta a provare il passeggino nuovo dell’Inglesina.

Reazioni di Seavessi:
-chi io? (guardandosi alle spalle)
-sicuri?
-ma poi se mi fa schif se non soddisfa le mie esigenze lo dico neh. (era detto meglio eh, Seavessi si è avvalsa di preziose consulenze)

Ordunque, settimana scorsa è arrivato il paccone col passeggino. Quale occasione migliore per provarlo che non l’uscita al megacentro commerciale di sabato?

Seavessi vi racconta com’è andata.

Seavessi casa, ore 08.20, interno mattina

Seavessi assalta lo scatolone, decisa ad assemblare esso passeggino all by herself. 

Se si prova si prova bene. I due coinquilini si aggirano fastidiosi per il soggiorno, quella bassa incredula per cotanta fortuna (la nazista Seavessi ha ritirato il passeggino dell’Infanta in soffitta lo scorso settembre), quello alto scettico sulle capacità assemblatrici di Seavessi.

Invece, allontanati i due molestatori con un ben assestato lancio di falsa crocs (tre euri al mercato), l’assemblaggio è facile. Seavessi cicca un aggancio ma trova rapidamente la soluzione sul libretto delle istruzioni. Et voilà!
L’infanta ci si fionda sopra. E Seavessi constata, un po’ stupita, che il passeggino è compatto ma contiene agevolmente un’Infanta di tre anni abbondanti, 97 cm e 15 chili, il che per la filosofia di Seavessi è già quasi al limite dell’età e delle dimensioni in cui si usa il passeggino.


Epperò da chiuso è piccino, più dello zippy (edizione 2008) dismesso a settembre scorso. Fin qui bene. Si apre e si chiude come tutti gli Inglesina, che pr Seavessi è un pregio visto che già ai tempi aveva scelto lo zippy perchè era pratico.
Superata agevolmente la prova _orsù entriamo nel baule della Micra.



La Seavessi famiglia si avvia alla volta degli Orsi, un incrocio fra un outlet e un centro commerciale.

E ditemi pure che tanto dovevo scriverlo per forza, ma sto Avio  PER ME è proprio un altra vita rispetto al passeggino che ho sempre usato. Intanto siamo riusciti ad aggirarci senza fare una piega fra gli scaffali dei negozi, senza sbattere e senza fare manovre; si spinge e “direziona” con una mano sola, perfino la mano sola di una gravida lagnosa piena di tachipirina.

MaritoNP che ha fatto lo scientifico dice che è per via delle ruote, che sono singole e non doppie. Seavessi ha fatto il classico, abbozza e dice che in ogni caso le piace il colore.
Ah, bello il sistema per bloccare le ruote davanti quando si chiude il passeggino, sembra una sciocchezza ma Seavessi con lo zippy si incasinava.

L’Infanta passegginata se la sciala e dice che sta comoda, in ogni caso pretende la cappottina abbassata da sotto la quale canta insistentemente  _uacauaca eeh ehhh. Meraviglie del centro estivo.

Incoraggiati, dopo pranzo decidiamo di tentare anche il giro in libreria = circuito curvilineo fra scaffali stretti ,clienti imbambolati con libro in mano, Seavessi che inchioda ogni sei centimetri perché ha avvistato il libro _mai più senza, Infanta che cerca di acchiappare qualunque cosa abbia sopra TopoTip.

Oh, incredibbole, è andata benone, non abbiamo investito nessuno, abbiamo fatto delle pieghe in curva che neanche al motogp, Seavessi si è goduta il giro il libreria, senza dover inseguire l’Infanta e senza dover fare contorsionismi per raggiungere lo scaffale Fantasy.
Anche solo per questo la recensione è decisamente positiva (Seavessi voleva mettere solo positiva per non sbrodolarsi, MaritoNP ha insistito per il decisamente).

Due piccole pecche, che alla fine Seavessi è sempre la solita orribile pistina:


-rispetto allo zippy manca quella specie di maniglia laterale cocsì comoda per acchiappare il passeggio chiuso e trasportarlo/metterlo in macchina.

-Seavessi, astuta come una faina, continuava a cercare di appendere la borsa al “manico”; avrebbe apprezzato un gancetto attaccaborsa in dotazione, forse più del portabottiglia-portabibe.
Bon , ho scritto la mia (credo prima e unica) recensione.
O basta là.
Annunci

21 commenti

Archiviato in avventure, Inglesina Avio, recensione