Archivi categoria: sonno

Sometimes my mind plays tricks on me

Seavessi-casa, interno sera

Ore 21.15
Seavessi collassa sul divano, reduce da una giornata a cui è sopravvissuta solo grazie a un costante supprto amicale, con la mezza idea di mettere su un dvd impegnato che alzi il livello culturale della giornata. È indecisa fra New Moon e Monsters &Co.

Ore 21.18
MaritoNP, più garrulo e lieto di quanto Seavessi sia disposta a sopportare, invade il divano e mette su rai 3 che lui è un fan di Chi l’ha visto.

Ore21.30
Seavessi, che dopo 10 minuti di Sciarelli ha già voglia di telefonare a tutti i suoi remoti conoscenti per assicurarsi che siano tutti presenti all’appello e raggiungibili, abbandona MaritoNP che si sta scofanando mezzo chilo di colomba, si infila sotto la doccia e si mette a letto con libro.

Ore 22.15
Neanche La Dodicesima Notte riesce a tenere sveglia Seavessi, che crolla del sonno dei giusti – o degli incoscienti.

Ore 23.30
MaritoNP_Seavessi, Seavessi, dormi????
Seavessi _Sì
MaritoNP _oh scuuuuuuuuuuusa senti sai mica dove ho messo la camicia azzurra quella coi quadratini? Eh? Eh?

Ore 00.15
MaritoNP viene a letto pure lui, premurandosi di inciampare in qualunque cosa, sbattere il maggior numero possibile di porte e tirare giù mezzo calendario perché non riesce a inserire l’allarme.

Ore 02. rotti
Infanta _MAMMAAAAAAAAAAAMAMMAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Seavessi (si precipita in cameretta perdendo 2 anni di vita) _amoremiodimmicosac’è
Infanta (sognando) _mamma domani posso mèttele gli occhiali da sole?
MaritoNP _RONF RONF RONF

Ore 04.30 circa
ZUP ZUP FRUSCCHHHH STOMP TUP TUP TUP (rumore di Infanta che viene nel lettone)
Infanta (con voce rotta di pianto) _mamma
Seavessi _sì amore mio
Infanta (col magone) _io voglio il Mioluca.
Seguono 10 minuti di spiegazione sul fatto che il Mioluca sta dormendo nel suo lettino e anche la sua mamma e il suo papà dormono, beati loro.

Ore05.rotti

Infanta (scalciando nel sonno, ancora col magone) _IO VOJJIO IL MIOLUCA, BUAAAHHHH

Ore 06.08
Gli occhi di Seavessi si aprono neanche avessero le molle e non c’è verso di richiuderli. Il cricetino mentale di Seavessi comincia a correre come un forsennato nella sua ruotina, cercando di ricordare e risolvere un problema di importanza capitale.

La pace nel mondo?
Ci va l’aglio nella carbonara?
Dove ho messo gli orecchini a cerchio?
NO.
Il cricetino sta cercando, come ne andasse della sua stessa sopravvivenza, di ricostruire tutto il trigo delle bacchette del finale di Harry Potter.

Ore 09.17
Seavessi sta aspettando con ansia che arrivi in ufficio l’unico collega Potterista che ogni tot mesi si prende la briga di rispiegarle il trigo delle bacchette.


Pubblicità

15 commenti

Archiviato in famiglia, Infanta, sonno