Archivi categoria: we singlemode

Cose normali

Oggi è venerdì.

(Brava Seavessi, brava, vedi che se ti impegni ce la fai?)

No dicevamo, oggi è venerdì, e domani è sabato.

(Siamo commossi, abbiamo le lacrime agli occhi. Erano mesi che non mettevi insieme un ragionamento così complesso. Stima, sista)

Domai è sabato, e comincia l’ultimo WE singlemode della stagione.

Ovviamente sarà lunghissimo, come l’ultimo compito in classe prima delle vacanze, l’ultimo esame prima della laurea, l’ultimo chilo da perdere, l’ultima partita da portare a casa.

Conoscendo la polla, probabilmente Seavessi comincerà a sclerare alle 10 di sabato.

Ma.

Dopo, per due mesi, avremo un papà a disposizione, nei WE a luglio e full time ad agosto.

Seavessi anela e teme, sì, anche teme, perché non è facile allentare la presa e ammorbidire il regime paramilitare vigente in casa, perchè le bimbe giustamente quando c’è il papà diventano bimbe completamente diverse, per un sacco di motivi riassumibili nel fatto che è difficile essere mamma semisingle, mollare l’equilibrio che ci hai messo mesi a trovare, sapendo che in autunno dovrai ricominciare da capo ed è un lavoraccio.

Ma anela anche, Seavessi. Anela di andare a fare la spesa insieme, anela un fine settimana in montagna, anela qualcuno che la acchiappi al volo un attimo prima che cada in quei burroni improvvisi che costellano i we singlemode, e sono infidi, sono nascosti dietro cose stupide e in sé normali, tipo due figlie che urlano insieme che vogliono il bicchiere d’acqua, o la scoperta che non hai fatto partire la lavatrice, o la domanda _mamma cosa cosa facciamo oggi.

Anela, Seavessi, qualche settimana da famiglia normale, in formazione completa, senza quella sensazione al fondo dello stomaco di stare comunque giocando in nove contro undici e con l’arbitro contro.

Ancora un WE.

Seavessi cerca supporto.

Annunci

21 commenti

Archiviato in famiglia, MaritoNP, we singlemode

Any given Sunday

Certe domeniche,

ti urlano perché LORO vogliono alzarsi e peccato che manchi un quarto alle sei

ti urlano perché avendo fatto colazione alle sei ovviamente alle nove hanno fame

ti urlano perché papà va al lavoro e LORO vogliono stare con papà

ti urlano perché gli lavi i capelli

e

perché glieli asciughi

e

perché le vesti

e

perché mette pioggia e quindi niente giretto in piscina

e

perché

è un’altra maledetta domenica.

(e lo sanno pure LORO)

E tu pensi che  non siamo neanche vicini a metà giornata e la partita è ancora lunga, ma quanto ti piacerebbe urlare pure tu.

Per fortuna poi passa.

11 commenti

Archiviato in deliri, poi passa, we singlemode